Condizioni di sottoscrizione:Assicurazione danni alla proprietà

Così come un artigiano o un costruttore che è obbligato a sottoscrivere una garanzia decennale, anche un privato che desidera eseguire lavori di costruzione è obbligato a stipulare un’assicurazione contro i danni alle cose. Molti incidenti possono effettivamente verificarsi in un cantiere. Difetti come crepe nelle pareti, problemi con gli impianti elettrici o pavimenti che cedono possono comparire solo pochi mesi o addirittura anni dopo la consegna dell’opera. Una garanzia per danni da lavoro serve quindi a risarcire il proprietario dell’opera di riparazione per i danni legati alla costruzione coperti dalla garanzia decennale. Ma quali sono le condizioni per stipulare un’assicurazione contro i danni da lavoro? Per rispondere a questa domanda, è importante sapere cos’è un’assicurazione contro i danni al lavoro. Quali sono le sanzioni in caso di mancata stipula di un’assicurazione contro i danni ai lavori? Che cosa copre questo tipo di assicurazione? Come stipulare un’assicurazione contro i danni da lavoro?

Cos’è un’assicurazione contro i danni del  lavoro?

Secondo l’articolo L.242-1 del Codice delle assicurazioni, ogni proprietario di un progetto, sia che si tratti di una persona fisica che desidera costruire una casa, di un costruttore di case singole, di un promotore immobiliare o di un venditore, deve stipulare un’assicurazione contro i danni alla proprietà prima dell’apertura del cantiere. Si tratta di un’assicurazione che copre la totalità dei lavori di riparazione in caso di danni gravi legati alla costruzione, e questo senza alcuna ricerca di responsabilità. In altre parole, permette di ottenere il finanziamento delle riparazioni per 9 anni dopo la data di perfetto completamento senza attendere la decisione del tribunale. L’assicurazione contro i danni agli edifici funge quindi da complemento alla garanzia decennale di responsabilità civile per le imprese. Una garanzia che copre l’opera per 10 anni dalla data di accettazione dell’opera. Lo stesso vale per un assicuratore che offre questo tipo di contratto. Ha l’obbligo di assicurare un cliente che lo richieda. In caso di rifiuto, il cliente avrà quindi 15 giorni di tempo per rivolgersi all’Ufficio Centrale Tariffe, che fisserà l’importo del premio con lettera raccomandata con ricevuta di ritorno. Il ruolo del Bureau sarà anche quello di richiedere all’assicuratore di accettare il contratto.

Quali sono i rischi in caso di mancata sottoscrizione?

Se non si stipula questo tipo di assicurazione, la procedura di rimborso in caso di difetti richiederà più tempo. Inoltre, se l’immobile è stato venduto entro dieci anni dal suo completamento, il nuovo proprietario sarà personalmente responsabile nei confronti del nuovo proprietario per le conseguenze derivanti dalla mancanza di assicurazione. Inoltre, il proprietario di un edificio che non è coperto da un’assicurazione contro i danni dell’edificio rischia una pesante multa e una pena detentiva fino a sei mesi. Lo stesso vale in caso di falsa dichiarazione. L’assicuratore può rifiutare qualsiasi risarcimento o considerare nullo il contratto di assicurazione se il sottoscrittore non ha fornito informazioni precise sull’opera. Pertanto, evitare di fornire informazioni false quando si stipula la polizza.

Che cosa è coperto dall’assicurazione contro i danni al lavoro?

L’assicurazione contro i danni copre in particolare i costi relativi ai danni che compromettono la solidità del lavoro e mettono in pericolo la sicurezza dei suoi abitanti. Essa copre anche i difetti di costruzione coperti dalla garanzia decennale, tra cui eventuali crolli del tetto, cedimenti del pavimento o grandi crepe nelle pareti. La copertura comprende anche i danni che comportano la responsabilità dei costruttori e l’abbandono dei cantieri. Non copre invece l’usura naturale, gli incendi, le catastrofi naturali, i danni causati dall’assicurato o gli elementi che possono essere separati dall’abitazione come porte e finestre, elementi riscaldanti. È quindi importante stipulare una copertura supplementare.

La responsabilità civile del proprietario dell’edificio copre effettivamente i danni materiali e le lesioni personali causati a terzi durante l’operazione di costruzione. L’assicurazione di cantiere all-risks copre tutti i rischi legati al cantiere, inclusi incendio, danni causati dall’acqua, catastrofi naturali o addirittura crolli. Esistono anche altre garanzie complementari che permettono di assicurare tutti i lavori di costruzione. Le garanzie di perfetta esecuzione, ad esempio, hanno effetto dalla data di accettazione dell’opera. Proteggono i proprietari da tutti i difetti legati alla costruzione della loro casa. Per quanto riguarda la garanzia di due anni o la garanzia di buon funzionamento, laa quale copre gli elementi che possono essere dissociati dall’abitazione come porte, controsoffitti, porte interne o altri apparecchi elettrici forniti al momento della consegna dell’immobile.

Come stipulare un’assicurazione contro i danni per il lavoro?

Ĕ sempre importante trovare la migliore compagnia assicurativa che offra le migliori offerte per stipulare un’assicurazione danni alle cose,. Ma il criterio principale per una buona assicurazione sarà probabilmente il prezzo. Per trovare il miglior prezzo in termini di danni alle assicurazioni di cose, consultare i vari comparatori assicurativi online è una soluzione migliore. Tuttavia, è importante essere consapevoli del fatto che il prezzo può dipendere dalle parti coinvolte, in particolare dal loro livello di qualificazione professionale, dalle caratteristiche del terreno o dai costi totali della costruzione. È quindi necessario trovare la compagnia di assicurazione in grado di soddisfare le vostre esigenze specifiche. Informatevi sulle garanzie offerte dall’assicuratore e sulla qualità del servizio alla clientela.

Vendere o comprare: perché rivolgersi a un professionista?
Utilizzate il simulatore fiscale gratuito, dettagliato e veloce